Social nel mondo

Paese che vai, social che trovi! Facebook è sicuramente il “king” in Italia dei social network, con i suoi 2,3 miliardi di utenti e forse non teme per il momento rivali. Instagram? Instagram non è un rivale! Appartiene a FB dal 2012. Anzi, si pone su un target differente e infatti stanno già arrivando i primi rumors sulle novità in programma per il 2020: da una nuova funzione in stile Tik Tok all’abolizione dei bot (si potrà accedere tramite un solo dispositivo per volta) e all’attenzione sulle stories, visto che è in aumento l’utilizzo di stories (51%) rispetto ai post (49%)*.

Ma c’è un mondo di social che vive oltre a FB e IG. Infatti, al secondo posto tra i social più usati al mondo c’è V Kontakte, diffuso soprattutto in Russia e Ucraina, seguito da Q Zone, il social network cinese creato dalla Tencent Holdings nel 2005. Chiudono il cerchio Odnoklassniki, altro social russo, e la peculiare situazione dell’Iran che a causa della censura di stato riesce ad utilizzare solo (e poco) Instagram.

Ma oltre a questi più conosciuti, esiste un mondo di condivisione. Ecco alcuni esempi. 

9Gag nasce del 2008 a Hong Kong come piattaforma di raccolta meme e poco per volta diventa il luogo ideale dove potere condividere immagini, video, gif e contenuti provenienti da altri siti. La piattaforma è suddivisa per tematiche in modo che utenti con interessi simili possano interagire più facilmente, visto che attualmente gli iscritti superano i 150 milioni in tutto il mondo. 

The-Dots è una piattaforma creativa per i creativi. Come funziona? Attraverso la condivisione dei propri progetti si possono creare sinergie, collaborazioni lavorative, connessioni tra aziende e utenti. E i numeri parlano chiaro: oltre 10mila aziende e 80 milioni di utenti attivi sulla piattaforma!

Nextdoor nasce con lo scopo di creare e mantenere rapporti di buon vicinato. Condivisione è la parola d’ordine! Il quartiere dialoga attraverso il social network per organizzare grigliate o feste di quartiere, per cercare una babysitter o aiuto per lavori casalinghi, ma anche per segnalazioni di sicurezza. In Italia è disponibile dal 2018.

Funny or Die è divertimento allo stato puro. Nata dalla mente di Will Farrell e Adam Mckay, questa piattaforma ha il compito di riunire tutti i video comici di internet. E i giudici sono gli utenti! Più un video viene votato più rimane in primo piano, mentre gli altri finiscono nella ”cripta”. Uno degli utenti più attivi? James Franco!

*(Fonte: Socialbakers 11/2019)


Labodi S.r.l. - Via Mosè Bianchi, 101, 20149 Milano - C.F./P. Iva: 10791070963 - CCIAA e N° REA MI2557678- SRL Unipersonale - Tel: +39 02.36509594 - Email: info@labodi.srl - Manifesto Etico